Top 10 Nida (IT)

Al mattino sedetevi su una panchina e godetevi la vista italiana Andate a gustare il caffè mattutino nella pasticceria locale Fate una foto con il legendario Ben Scoprite un insetto preistorico “incastrato” dentro un pezzo d’ambra Indossate gli stivali del vero pescatore Riposate e respirate Un debole pino con il suo tronco curvato, le case dei pescatori, il paesaggio della laguna dei Curoni e il capo di Bulvikis che sorge nella lontananza – questa è l’immagine del paesaggio di Nida visto dalla collina della Suocera a Skruzdyne chè i pittori e fotografi nella fine del XIX secolo e l’inizio del XX cominciarono a chiamiare “Il Paesaggio Italiano”. Anche se impossibile dire con certezza quando e perchè questo posto viene chiamato in questo modo, numerosi pittori hanno immortalato questo peassaggio nelle loro opere, tra i più noti B.F.Behrendt, E. Wirth, W. Riemann, M. Pechstein, E. Mollenhauer e tanti altri. Quando Thomas Mann nel 1930 sulla colline della Suocera costruì la sua casa-vacanze, l’espressione “Il Paesaggio Italiano” viene attribuita al nome dello scrittore. Ammirate il paesaggio che rimarrà nella vostra mente per tanto tempo… (Via Skruzdynės, num. 17) Non esiste relax senza pausa caffè. Dovete assolutamente visitare la pasticceria locale “Gardumėlis”, che troverete in via Pamario, num. 3. Qui vedrete mille delizie e addirittura le caramelle di carote e il pane integrale locale. E quindi, scegliete il più grande pasticcino preparato secondo le più antiche ricette e gustate una tazza del delizioso caffè. V. Kernagis (1951–2008) – attore, cantautore, progenitore della poesia cantata in Lituania. L’indimenticabile ruolo di Ben nel film “Maža išpažintis” (Piccola Confessione) ha attribuito il famoso cantante a Nida per sempre, per questo nel 2009 è stata inaugurata una statua di Romualdas Kvintas a V. Kernagis sulla sponda della laguna che rappresenta il bardo che “aspetta” gli amici per farsi una foto insieme. Nella galleria/museo di Kazimieras e Virginija Mizgiriai, che si trova in via Pamario, num. 20, si trova una collezione unica d’ambra. Lì potrete conoscere tutti i tipi d’ambra, la sua storia, i colori. Vedrete la collezione dei tesori dell’ambra di Juodkrante, i pezzi d’arte degli artisti moderni e anche il pezzo d’ambra più grande della Lituania. Nel cortile della galleria potrete conoscere l’esposizione “La Strada dell’Ambra” e vedere un insetto preistorico “incastrato” nell’ambra. Nel casale etnografico del pescatore (via Naglių, 4) potrete visitare l’autentica casa del pescatore, i mobili d’epoca e gli indumenti. Il punto forte dell’esposizione è un paio di stivali che il pescatore usava per andare a pesca sul ghiaccio nella laguna. Nel cortile vedrete le barche col fondo piatto, chiamate “kurėnai”. Quindi, venite a conoscere la vera vita dei pescatori locali. Nella Valle di Tyla (silenzio) inizia il sentiero cognitivo di Parnidis che attraversa la foresta dei pini. Mentre farete la passeggiata, respirerete l’aria purissima, vedrete numerosi animali e piante. Per di più, conoscerete il pino di montagna (lot. pinus montana), che è arrivato sulla penisola direttamente dalla Danimarca nel XIX secolo. Proprio questi pini sono stati usati per imboscare le dune, e queste dune imboscate arrivavano fino alle case degli abitanti. Il perfetto sistema delle radici di questi pini era ideale per trattenere le sabbie movimentate. L’altezza del pino di montagna è di soli 2 metri, e la circonferenza è di 8-10 cm. Mentre farete la passeggiata, respirerete l’aria purissima che non solo migliora l’umore ma cura anche diverse malattie respiratorie.

RkJQdWJsaXNoZXIy NTM5NDcx